traghetto

Raggiungere la Grecia in nave

Il traghetto è uno dei mezzi più utilizzati per raggiungere la Grecia dall’Italia. Ecco qualcosa da sapere se state programmando il vostro primo viaggio in Grecia.

Intanto tenete presente che le date di alta stagione sono molto richieste, quindi muovetevi per tempo per prenotare la data che vi interessa e soprattutto per usufruire di eventuali tariffe agevolate.

Ricordate che in genere i bambini entro i 4 anni viaggiano gratuitamente; molte compagnie offrono poi uno sconto del 50% fino ai 16 anni e alcune anche sconti minori per i ragazzi e gli studenti. Informatevi bene su tali tariffe!

Quale sistemazione scegliere a bordo? La più economica è il semplice posto ponte. Assolutamente sconsigliata con bambini piccoli, perchè bisognerebbe stare svegli tutta la notte per controllarli: se dovessero svegliarsi mentre voi dormite potrebbero infatti correre gravi pericolì. Può essere invece un’avventura per i più grandi: io ad esempio ho sperimentato per la prima volta il passaggio ponte quando avevo 8 anni. Come funziona? Si tratta di portarsi dietro il sacco a pelo e “accamparsi” appunto sul ponte della nave o su altre aree predisposte. Attenzione: solo alcune navi mettono a disposizione anche alcuni spazi al chiuso; in genere sono esterni, dunque esposti al vento e, in casi sfortunati, alla pioggia. Valutate anche questa cosa se viaggiate in periodi in cui il cattivo tempo è possibile. Inoltre portate con voi qualcosa per coprirvi durante la notte.

Ugualmente poco pratica con i bambini è la poltrona, che è simile a quella deagli aerei o anche dei pullman. Non è assolutamente detto che riescano ad addormentarsi quasi seduti e francamente la posizione è scomodissima per tutti!

La sistemazione più comoda è sicuramente la cabina, ma il prezzo lievita notevolmente. Scegliete quelle di fascia più bassa, interne. La differenza con quelle esterne è che non hanno un oblò per osservare l’esterno, ma in genere l’apertura è molto piccola, e a volte ostruita da strutture della nave o scialuppe di salvataggio, quindi non vi perderete granchè.
Se volete risparmiare qualcosa potete scegliere di prenotare una cabina per un genitore e il figlio (o due figli) e un posto ponte per l’altro genitore. Difficilmente qualcuno verrà a controllare se quest’ultimo durante la notte dormirà effettivamente sul ponte della nave o verrà accolto misericordiosamente nella cabina dei familiari… In questo caso ricordate di portare un materassino per l’ospite notturno!

Un’altra opportunità è quella del “camping on board” riservata ai camperisti. Si tratta di alloggiare all’interno del proprio camper, come se ci si trovasse appunto in una qualunque area camping. I prezzi sono sicuramente competitivi rispetto alle sistemazioni in cabina, ma i posti sono limitati e solo alcune navi offrono questo servizio.

Quanto alle auto e agli altri mezzi, ricordatevi che la tariffa varia in base al tipo di veicolo e anche all’ingombro.

Porti di partenza e di arrivo. Per il nord Italia si può partire da Trieste e Venezia; per il centro da Ancona e Ravenna; per il sud da Bari e Brindisi.
L’arrivo è in ogni stagione a Igoumenitsa e Patrasso; ma in estate ci sono scali anche nelle isole ionie.
Cercate on-line tutte le tratte; confrontate orari e prezzi, prima di decidere.

Come procedere. Una volta scelta data, porto di partenza e di arrivo, potete prenotare direttamente on-line o affidarvi a un’agenzia con biglietteria marittima.
Ricordatevi di portare con voi tutti i documenti per i passeggeri e per il veicolo e considerate un ampio margine temporale per il viaggio. Le compagnie raccomandano di presentarsi almeno due ore prima al porto, se dovete imbarcare anche l’auto. In caso di grande affluenza, infatti, potrebbero cedere il posto ad altri in lista di attesa, nel caso non vi presentiate in tempo!

Giunti al porto, seguite le indicazioni degli addetti e sbrigate le pratiche pre-imbarco.
I passeggeri devono scendere dall’auto e salire a piedi sulla nave; solo il conducente può salire col veicolo. Una volta parcheggiata l’auto nel punto indicato, anche il conducente deve abbandonare l’area garage e per motivi di sicurezza non è possibile rientrare. Dunque assicuratevi di aver preso tutto l’occorrente per la notte e tutto quello che non volete lasciare in auto.

Una volta a bordo, vi verrà assegnata la vostra sistemazione.
Al momento dello sbarco, i passeggeri devono avviarsi nei luoghi indicati per la discesa pedonale e solo i conducenti devono scendere nel garage per recuperare l’auto. Non portate i bambinini nel garage; fa molto caldo e in genere l’aria diventa irrespirabile per gli scarichi delle auto. Meglio scendere dalla nave e aspettare il genitore con l’auto all’esterno.

 

If you enjoyed this post, please consider leaving a comment or subscribing to the RSS feed to have future articles delivered to your feed reader.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>