100_5426

Provenza: i dintorni di Grasse

Se avete intenzione di visitare la patria della lavanda, ecco qualche consiglio sulle località da visitare nei dintorni.

Un’escursione è in direzione nordest: seguite le indicazioni per Châteauneuf-Grasse, quindi deviate a sinistra sulla D3. La strada si addentra in un paesaggio naturale di grande fascino, ma tenete presente che ci sono un po’ di curve, se avete bambini che soffrono di mal d’auto.

100_5392
Dopo pochi chilometri vedrete stagliarsi il paesino di Gourdon. Fermatevi a visitarlo perchè ne vale la pena (c’è un ampio parcheggio gratuito). Girate tra le sue stradine e raggiungete il punto panoramico, dove si apre la vista sulla valle del fiume Loup.
Da notare anche la chiesa, risalente al XII° secolo, e il castello (un tempo sede di un museo ma oggi non più visitabile).

100_5418
Dopo la sosta a Gourdon proseguite il cammino: dovete procedere sulla D3 fino a raggiungere la diramazione con la D6 e quindi tornare indietro sulla D6 fino a Saut-du-Loup.
Qui dall’1 luglio al 31 ottobre sono visitabili le cascate. Si paga un biglietto di ingresso, si passa un tornello e si scende fino a una terrazza affacciata sulla cascata: non c’è modo di avvicinarsi di più, però la vista è notevole e garantisce la totale sicurezza anche per i bambini.
Consiglio una sosta qui soprattutto nelle giornate estive più calde, perchè è un luogo particolarmente fresco.

100_5393
Quindi si può proseguire sulla stessa strada fino a Le-Bar-sur-Loup. Si tratta di un paesino molto meno turistico di Gourdon ma interessante, per i suoi vicoli e le antiche case in pietra.

100_5432
Se volete far ridere i vostri bambini, fate loro vedere la statua dell’ammiraglio francese che partecipò alla Guerra d’Indipendenza americana. Da questa angolazione non sembra che abbia qualche problema con le mutande? e invece guardate cosa nasconde la mano dietro la schiena…

100_5431
L’altra escursione nei dintorni di Grasse è invece a ovest
della città.
Prendete la strada D4 e raggiungete in pochi chilometri Cabris. Si tratta di un paese che conserva i resti dell’antico castello e offre una splendida vista sulle colline circostanti, fino al mare.

100_5460
Consiglio di girellare anche tra le poche stradine del borgo, tra case in pietra e gatti assopiti al sole.

100_5476
Quindi proseguite per Saint-Cézaire-sur-Siagne e visitate il nucleo antico.
100_5495
Segnalo la piccola chiesa di Notre-Dame-de-Sardaigne, annessa al cimitero, che risale al XII° secolo. Passeggiate quindi tra le strade del borgo, scoprendo gatti e scorci caratteristici, oltre alla chiesa di Saint-Cézaire e un punto panoramico da cui si ammira il verde dei dintorni.

(Leggete anche Grasse, non solo lavanda)

Se ti è piaciuto questo post, puoi lasciare un commento o iscriverti ai RSS feedper rimanere aggiornato sui futuri articoli!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>