Galleria-degli-Uffizi

Gli Uffizi: una meta irrinunciabile

Effettivamente ogni turista dovrebbe visitare gli Uffizi, ma anche i fiorentini dovrebbero conoscere meglio questo gioiello, di cui magari si vantano nel mondo ma nel quale in realtà non sono mai entrati, o al massimo lo hanno visto di sfuggita, annoiandosi, ai tempi della scuola.
Se state progettando una visita, ecco qualche indicazione, e soprattutto una app (se siete dotati di dispositivi adeguati) che vi aiuterà nel percorso.

Prima di tutto tenete presente che gli Uffizi sono un museo “sostanzioso”, quindi dedicate a questa visita il tempo necessario. E considerate anche che il percorso è lungo e su più livelli: ne uscirete un po’ stanchi.
La cosa migliore è quindi dedicare un giorno a questa visita, associandola ad attività rilassanti (non abbinatela ad un altro museo!).

L’altra cosa da tenere presente è l’afflusso massiciio di turisti che c’è durante tutto l’anno.  Gennaio e febbraio sono i mesi meno “gettonati” e potreste anche osare una visita improvvisata, ma nel resto dell’anno è davvero un rischio, perchè potreste ritrovarvi con file chilometriche.
La cosa migliore quindi è prenotare. Molti alberghi e bed & breakfast lo faranno per voi; oppure potete rivolgervi all’apposito sportello presso gli Uffizi e Palazzo Pitti; o infine potete farlo online.

Se avete bambini al seguito, considerate che una visita prolungata li stancherà e li annoierà, quindi programmate prima cosa vedere, cercando di snellire la visita di alcuni settori e puntando su quello a cui tenete di più.
Vale il consiglio che do sempre: con i più giovani cercate di interessarli con qualcosa che possa incuriosirli, per esempio cercate insieme nei vari quadri qualcosa di insolito, o gli animali, o dei personaggi buffi, vestiti in modo strano… Con i più grandi, che hanno studiato qualche corrente artistica o qualche pittore a scuola, chiedete loro di ritrovare i dipinti che conoscono.
In ogni caso, cercate di sveltire la sosta nelle varie sale, perchè non reggeranno più di tanto.

Se invece avete figli più grandi, o incredibilmente ragionevoli, o viaggiate senza prole, potete gustarvi gli Uffizi in santa pace. Se avete bisogno di una guida agile per muovervi tra le collezioni del museo, credo che questa app gratuita potrà esservi utile. Potrete leggere e anche ascoltare  i testi che la dott.ssa Marzia Garuti ha scritto per accompagnarvi nella visione del “meglio del meglio” del museo.

Cliccate il link qui sotto: troverete l’introduzione al museo e, scorrendo in basso nella pagina, le schede dei principali capolavori. Buona lettura (o buon ascolto)!!

(Se volete contattare l’autrice dei testi, o programmare una visita personalizzata a Firenze, trovate i contatti scorrendo il testo TOP TWENTY a questa pagina)

ENTRA NELLA PAGINA DEDICATA AGLI UFFIZI

 

Se ti è piaciuto questo post, puoi lasciare un commento o iscriverti ai RSS feedper rimanere aggiornato sui futuri articoli!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>